SISTEMA P.A.N.E.C.
Protocollo A Nessun Elemento Contaminante

Nel mondo del cleaning si è assistito in questi ultimi anni a una fase di stagnazione in merito a  innovazioni tecnologiche, che ha portato le aziende del  settore a fronteggiarsi con mezzi e sistemi produttivi non più al passo coi tempi. Una delle cause di tutto questo è da imputare alle ristrettezze economiche in cui versano le Amministrazioni che continuano, in nome della Spendig Review,  a ribassare i prezzi delle base d’asta di gara costringendo le aziende ad un livello di progettualità medio/basso. Il risultato di tutto questo va ovviamente a discapito delle prestazioni che, specialmente nelle strutture sanitarie, dovrebbero garantire un grado di sanificazione e disinfezione adeguato per ogni zona di rischio; spesso invece i gestori, per poter rientrare nei costi, si vedono costretti ad acquistare un numero insufficiente di materiali di consumo (panni, mop, frange) che dovendo essere lavati e riqualificati per  l’espletamento dei servizi giornalieri non consentono di rispettare un corretto ciclo di lavaggio e disinfezione (60 minuti). Insomma il numero di panni e/o mop-frange risulta essere insufficiente per le effettive necessità del servizio; capita molto frequentemente di vedere questi strumenti in uno stato di degrado inguardabile e in una condizione igienica a dir poco preoccupante. Le infezioni rappresentano il risultato delle prestazioni sanitarie con forti ripercussioni dal punto di vista dei costi del sistema sanitario (dati forniti dall’O.M.S.— organizzazione mondiale della sanità), come emerge da un interessante documento sugli effetti delle infezioni in ambito ospedaliero per carenza d’igiene dal titolo “INFEZIONI  OSPEDALIERE E SPESE PER L’IGIENE”, elaborato dall’Università degli Studi di Bergamo e dalla Fondazione per la Sussidiarietà. Questo documento riporta dati allarmanti in merito alla questione; nella U.E. ogni anno i pazienti colpiti da infezioni ospedaliere sono 4 milioni e 700 mila, con 37 mila morti; i giorni di degenza extra sono 16 milioni e i costi aggiuntivi per le strutture sanitarie sono 7 miliardi di €. In Italia nel triennio 2008-2010 si sono registrati 2 milioni 269 mila 045 casi di infezioni ospedaliere con 22 mila 691 decessi. Questa ricerca indica in modo scientifico e inequivocabile la stretta relazione tra scarsa igiene e infezioni spiegando come  un aumento delle basi d’asta permetterebbe alle aziende di rispettare le effettive necessità di acquisto e di portare avanti un discorso basato sulla ricerca di metodi e tecnologie innovative. Tutto questo mentre nella società è in forte crescita la consapevolezza e l’interesse di tutti, istituzioni pubbliche in testa, sui temi della salvaguardia ambientale e benessere di operatori e fruitori finali del sevizio. La FEMIR s.r.l., azienda specializzata nella distribuzione e commercializzazione di detergenti, disinfettanti,  macchinari ed attrezzature professionali da oltre 20 anni, in collaborazione con aziende operanti nel comparto produttivo del settore, da tempo si è imposta come politica aziendale l’obbiettivo di avanzare sempre più nella ricerca e sperimentazione di sistemi e prodotti innovativi che mirino proprio in questa direzione. Frutto di questo lavoro di collaborazione è un innovativo sistema di pulizie, che oggi è pronta a lanciare sul mercato: IL SISTEMA PANEC-HCS.

RIDUZIONE COSTI

1. ELIMINAZIONE DEI COSTI DELLA MONODOPERA PER LE OPERAZIONI DI PREDISPOSIZIONE DEL SERVIZIO COME DILUIZIONE DETERGENTI, SMISTAMENTO DEL MATERIALE, PULITO PRIMA E SPORCO POI, PREPARAZIONE DELLE MACCHINE LAVATRICI A FINE TURNO etc… ;

2. ELIMINAZIONE DEI COSTI INIZIALI DI ACQUISTO DI FRANGE/MOP/PANNI;

3. ELIMINAZIONE DEI COSTI DI ACQUISTO PER IL RIMPIAZZO E LO SMALTIMENTO DEGLI STESSI A FINE CICLO PRODUTTIVO (RIFIUTI OSPEDALIERI PERICOLOSI);

4. ELIMINAZIONE DEI COSTI DI ACQUISTO E MANUTANZIONE DI MACCHINE LAVATRICI;

5. ELIMINAZIONE DEI COSTI DI ACQUISTO E MANUTENZIONE DI APPARECCHI DOSATORI PER LA PREPARAZIONE DELLE VARIE SOLUZIONI DI LAVAGGIO;

6. ELIMINAZIONE DEI COSTI PER IL RIPRISTINO DEGLI STRUMENTI DI LAVAGGIO (DETERSIVO, ACQUA, ENERGIA ELETTRICA etc…;

7. SOSTANZIALE ABBATTIMENTO DELLE TEMPISTICHE DI INTERVENTO (IN MEDIA  20/25 % IN MENO RISPETTO A QUELLE STIMATE, PER LE PULIZIE ORDINARIE, DA UN QUALSIASI ALTRO SISTEMA CLASSICO) POICHE’ LE PROCEURE ESECUTIVE DEL “SISTEMA PANEC HCS” NON PREVEDONO TEMPI MORTI COME RIEMPIMENTO  E SVUOTATURA SECCHI (DUE VOLTE PER AMBIENTE), DOSAGGIO DETERGENTI, RISCIACQUO E STRIZZATURA FRANGIA O MOP, RISCIACQUO PANNI PER LA SPOLVERATURA IN UMIDO, RISCIACQUO ATTREZZATUTRE A FINE TURNO etc…. GLI  OPERATORI SI LIMITERANNO ALLE SOLE OPERAZIONI DI PULIZIA A VANTAGGIO ANCHE DI SICUREZZA E QUALITA’ DEL LAVORO;

8. ELIMINAZIONE DEL RISCHIO DI SPRECO DI DETERGENTI IN  QUANTO SI UTILIZZERANNO, PER OGNI OPERAZIONE DI PULIZIA, SOLO PANNI IN MATERIALE SPECIALE “SPUNLACE” USA E GETTA CON IMPREGNAZIONE PREDETERMINATA MECCANICAMENTE NELLE GIUSTE PERCENTUALI DI UTILIZZO; DUNQUE VIA SECCHI PIENI DI SOLUZIONI DETERGENTI (MINORE INGOMBRO) E  SPAZIO ALLE SOLE CONFEZIONI DI PANNI MONOUSO

9. RIDUZIONE DEI COSTI DELLA MANODOPERA PER LE OPERAZIONI DI MAGAZZINO GRAZIE ALLA NOTEVOLE DIMINUZIONE DI CARICHI DA MOVIMENTARE (ELIMINAZIONE DI TUTTI I PRODOTTI IN  TANICHE, BARATTOLI, FLACONI etc…); LE SUDDETTE OPERAZIONI RISULTERANNO QUINDI MOLTO PIU’ VELOCI.

10. NOTEVOLE DIMINUZIONE DEGLI SPAZI DA DESTINARE A MAGAZZINO E/O DEPOSITO, CON CONSEGUENTE RISPMARMIO SUI COSTI PER LE INEVITABILI MANUTENZIONI DEGLI STESSI

Femir s.r.l. Via Dell' Artigianato 13 (LE) Corsano Lecce c.a.p.73033 Italia tel. 0833 533762 fax. 0833 533762 - P. Iva 03156340758

 Visualizza Informativa sulla privacy (Policy Privacy)

 

 

I NOSTRI PARTNER

FEMIR S.r.l. opera da oltre 19 anni nel settore pulizia industriale

con distribuzione capillare per cantiere. In collaborazione con marchi di primaria importanza quali Comac, Kemika, 3m, VDM, Interchem, TTS, Cleprin,Fimap,Lucart,Celtex

 

CeltexcleprinComacLucartmar plastTSFimapInterchemKemicaVdm3mBleuline

Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE, siamo ad informarti che il ns. sito utilizza cookies